mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeOutdoorCome curare il design del giardino con le bordure per aiuole: idee...

Come curare il design del giardino con le bordure per aiuole: idee e consigli
C




La cura del giardino richiede impegno ed attenzione costanti, indispensabili per fare del verde che circonda la propria casa un elemento di pregio dal punto di vista estetico. In tal senso, siepi, aiuole, pergolati fioriti ed altre soluzioni contribuiscono notevolmente a fare del giardino e del verde domestico un valore aggiunto. Per ottenere un risultato del genere è indispensabile scegliere accuratamente le piante, gli arbusti e i fiori da mettere a dimora, così come dedicarsi regolarmente alla manutenzione ordinaria del prato e di tutte le specie piantate a terra o in vaso.

In aggiunta, nel caso in cui nel giardino vi siano delle aiuole, è possibile conferire loro un aspetto più armonioso e curato inserendo delle bordure, un elemento in grado di coniugare praticità e valorizzazione estetica. In questo articolo vediamo di cosa si tratta e quali sono le opzioni disponibili.

 

A cosa servono le bordure

Come (forse) suggerisce il nome stesso, le bordure sono elementi perimetrali; in quanto tali, possono essere sfruttate per delimitare o evidenziare il perimetro di una particolare area all’interno del giardino. Si tratta, in sostanza, di una delimitazione artificiale – realizzata con elementi di vario tipo – posizionata lungo il bordo di un’aiuola, un’area fiorita, un sentiero pavimentato oppure lungo i margini del prato.

Come spiega il portale specializzato MyGreenHelp.com, le bordure per aiuole o per prato possono avere anche una funzione di carattere pratico. Nello specifico, questi elementi – realizzati in acciaio zincato, plastica, legno o pietra – consentono di separare il prato dalle aiuole o dai sentieri calpestabili, agevolando le operazioni di manutenzione del manto erboso, in quanto evitano l’uso dei tagliabordi.

Più spesso, le bordure – specie quelle in legno o pietra – servono ad allestire aiuole leggermente sopraelevate rispetto al suolo, fungendo da elemento decorativo e di connessione tra due aree diverse.

Bordura aiuola in legno
Bordura aiuola in legno

 

Come scegliere una bordure per aiuola

Come già accennato, vi sono numerose opzioni per realizzare la bordura di un’aiuola.

Quelle più ‘basilari’ sono formate da un elemento lineare in acciaio, dotato di picchetti che consentono di conficcare la bordura nel terreno. In genere le fasce sono verniciate con tonalità che si armonizzano con il prato e le aiuole (marrone o verde). In alternativa, esistono anche bordure flessibili – sempre in acciaio – per rispondere a esigenze estetiche e di installazione più complesse.

In alternativa, molto gettonate sono anche le bordure flessibili in plastica; funzionali e facili da installare. Non sono soggette a ossidazione ma l’impatto estetico è forse meno apprezzabile; ragion per cui, il consiglio è di sceglierle soprattutto per un utilizzo prettamente funzionale (contenimento o delimitazione di un dislivello) e di optare per altre soluzioni più pregevoli e caratteristiche. Un buon esempio, in tal senso, è offerto dalle bordure in legno: l’effetto finale è quello di una piccola palizzata (i paletti sono altri circa una trentina di centimetri), in grado di integrarsi perfettamente con il resto dell’ambiente circostante.

Altra opzione di notevole impatto visivo (ma più impegnativa sotto l’aspetto pratico) è quella costituita dalle bordure in pietra. Per godere di un contrasto gradevole e di bell’effetto, si possono adoperare pietre sagomate di colore chiaro (grigio o beige), creando una delimitazione attorno alle aiuole oppure lungo vialetti ricoperti di ghiaia o pietrisco. Non è necessario innalzare un vero e proprio muretto: bastano anche solo due file sovrapposte di pietre per ottenere una bordura solida ed elegante. Lo stesso effetto si può ottenere costruendo un cordone contenitivo con pietre lisce di medie dimensioni (più grandi della ghiaia comune), così da sortire un effetto sobrio e moderno. Infine, per realizzare una bordura più ‘rustica’, si possono utilizzare vecchie tegole in terracotta, così da delineare anche un interessante pattern decorativo.




- Pubblicità -

Leggi anche