venerdì, Luglio 30, 2021
HomeAltroCome pulire i tappeti in casa

Come pulire i tappeti in casa
C




Mantenere i tappeti puliti e privi di germi può sembrare una sfida. Soprattutto se hai bambini o cani e gatti in casa. Supponendo che il metodo migliore per pulire i tappeti sia quello di con l’ aspirapolvere o a vapore almeno una volta alla settimana, a volte non fa male lavarli più a fondo.

Se hai anche un po’ di bicarbonato e sale, cospargilo sopra e lascialo agire per circa un’ora. Quindi passa l’aspirapolvere a vapore e lo renderà ancora migliore, perché non solo rimuoverà la polvere accumulata, ma lo farà anche profumare .

Inoltre, se si tratta di grasso o di una macchia d’olio, segui la stessa procedura, ma usando l’ amido di mais. Ma prima di tutto, è importante sapere che tipo di tappeto hai , poiché il processo da seguire dipenderà dalla sua composizione.

Esistono molti tipi di tappeti e dobbiamo tenerne conto prima di pulirli. A seconda del materiale con cui è realizzato, dovremo utilizzare alcuni metodi e prodotti .

I professionisti dell’artigianato utilizzano spesso materie prime naturali come lana, seta, lino, cotone, sparto, iuta o sisal. Essendo realizzati a mano, sono anche tinti con pigmenti naturali, un fatto molto importante da tenere in considerazione per la loro pulizia e conservazione.

come pulire i tappeti
come pulire i tappeti

Tappeti in lana

I tappeti in lana, se sono troppo grandi, è meglio portarli direttamente in lavanderia per lasciarli in perfette condizioni, ma sono maneggevoli, basta lavarli con sapone neutro, acqua fredda e salata. Ricorda che questo materiale di solito è molto attraente per gli insetti come le tarme, quindi cerca di conservarli in estate in modo da non doverlo buttare via quando vuoi usarlo.

Tappeti in cotone o misto lana

provengono da paesi nordafricani, come il Marocco, la Tunisia o l’Algeria e sono anch’essi realizzati in modo artigianale. Come i precedenti, il suo valore dipenderà dal numero di nodi che contengono sul rovescio . E’ bene farli pulire da un professionista, oppure acqua fredda e sapone delicato con un buon risciacquo in acqua fredda.

Tappeti in fibre vegetali

qui possiamo distinguere tra vari tipi di materiali: Juta, fibra di cocco, sisal, stuoie e Sea Grass. Il problema di questi tappeti è che, essendo fatti di fibre vegetali, possono deteriorarsi con l’umidità, fatta eccezione per le alghe in quanto sono impermeabili.

Tappeti di pelle di animale

sono realizzati con la pelle di mucche, pecore o altri animali. Sono molto resistenti all’attrito ma molto delicati contro l’umidità e l’intrusione di alcuni insetti.

Tappeti combinati

spesso combinano materiali naturali e sintetici, il che può rendere ancora più difficile il processo di pulizia.

Tappeti Sintetici

sono molto più economici perché realizzati con macchine e materiali a basso costo. Tuttavia, sono molto resistenti e possiamo trovarli tessuti con diversi componenti : tappeti in acrilico, nylon, polipropilene o poliestere. Con quest’ultimo materiale viene solitamente realizzato il tappeto a pelo lungo.

Come pulire un tappeto a secco
Come pulire un tappeto a secco

Come pulire i tappeti?

A seconda del materiale con cui è realizzato il nostro tappeto, dovremo pulirli in modo differente.

  • il metodo migliore per mantenere in perfette condizioni qualsiasi tipo di tappeto è utilizzare un aspirapolvere ad alta potenza e farlo regolarmente. Questo è essenziale per i tappeti a pelo lungo.
  • Per pulire i tappeti in juta o in lattice dovresti sapere che non sono lavabili e possono deteriorarsi con l’uso dell’acqua. Non bagnarli o immergerli, se non per rimuovere macchie difficili e specifiche. Infine, evitare che l’acqua penetri nella base.
  • Nei tappeti in fibra vegetale, oltre a passare l’aspirapolvere almeno una volta alla settimana, si può pulire con un panno umido con acqua e sapone neutro. Assicurati che sia ben drenato e poi risciacqua solo con acqua usando la stessa procedura.
  • I tappeti in pura lana e cotone possono essere lavati con sapone neutro, acqua fredda e sale per evitare che i colori si mescolino. Tuttavia, se è grande, ti consigliamo di portarlo in una lavanderia a secco per assicurarti che rimanga in perfette condizioni.
  • Importante è anche il fatto che i tappeti di lana devono essere raccolti in estate in modo che insetti come le tarme non possano rovinarli.

Tecniche di pulizia dei tappeti

  • pulizia di tappeti molto sporchi, in particolare un tappeto a pelo lungo, gli aspirapolvere e le spazzole sono spesso le migliori opzioni. Tuttavia, il bicarbonato è l’ideale per pulire tutti i tipi di tappeti senza danneggiare i tessuti, oltre ad essere molto efficace. Devi solo mescolarlo con un po’ di sale, stendere la polvere sulla superficie da trattare, lasciarla agire per un’ora e rimuovere i resti con l’aspirapolvere. Il bicarbonato libera il tessuto da polvere e batteri e ne migliora l’odore.
  • Il pulitore a vapore è un’ottima alternativa per pulire tutti i tipi di tappeti. Rimuove polvere e impurità senza danneggiare i tessuti, e se spalmerai un po’ di bicarbonato con sale sul tappeto, ottimizzerai la pulizia a vapore.




- Pubblicità -

Leggi anche